Un abito da sposa per due, sposarsi in gravissanza

La radiosità della dolce attesa e l’eleganza di un abito da sposa sono in grado di dare vita ad un trionfo di bellezza. Una donna incinta non dovrebbe mai temere di indossare l’abito da sposa, anzi, la gravidanza è l’unica cosa che può aggiungere ulteriore magnificenza alla sua figura vestita di una creazione realizzata in esclusiva per lei. 

Nel momento in cui si confeziona un abito da sposa per una donna incinta, bisogna prestare qualche accortezza in più. Non per rendere più belle le spose, sarebbe praticamente impossibile. Ma per farle stare più comode. Durante la gravidanza il corpo della donna è soggetto a moltissimi cambiamenti e trasformazioni. Per questo è necessario pensare con anticipo all’abito da sposa, qualora la data delle nozze fosse fissata per un giorno precedente alla nascita del bambino. 

La cosa fondamentale ovviamente, è sapere in quale trimestre si troverà la sposa il giorno delle sue nozze. Se una donna si sposa nelle prime settimane di gravidanza, la differenza sarà impercettibile, un po’ meno al quarto mese, per nulla all’ottavo. L’abito da sposa non può risultare scomodo o stringere particolarmente il ventre di una donna incinta.  

Per quanto riguarda la scelta del modello poi, è vero che ci sono abiti più o meno a seconda del periodo della gravidanza. Dipende però se la sposa è intenzionata a “camuffare” la dolce attesa, o meno. Se invece preferisce esaltare tutto lo splendore del suo pancino, questo ragionamento non tiene.  

In generale si può dire che gli abiti ad A, con il corpetto aderente, o a tubino, stretto sui fianchi e sulla pancia, tendono ad essere più indicati nei primi mesi, mentre in gravidanza inoltrata sono più ricercati quelli a stile impero, con taglio sotto al seno e gonne larghe e voluminose.  

Ma queste scelte in realtà spettano alla sposa e non esistono abiti più o meno raccomandati. Indipendentemente dal taglio che si vuole indossare, un abito da sposa per una donna incinta deve rispettare determinate caratteristiche: deve essere comodo, non deve procurare impedimenti, fastidi o dolori, non deve stringere troppo sulla pancia e deve essere traspirante. E questo non dipende mai dal modello, ma sempre da chi lo confeziona.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *